Archivio

Posts Tagged ‘Personale’

Correre in libertà

16 luglio 2008 4 commenti

Armato questa volta del mio fido iPhone (al posto dell’iPod) sono andato dalle mie parti a correre un po’ per sfogarmi e un po’ per mantenere un minimo di forma fisica.

Una persona a me cara una volta mi ha detto:
“Corri e tutte le cose inizieranno a correre…”

Sicuramente ha ragione, ma ieri correndo ho avuto una sensazione un po’ diversa… io corro e gli altri stanno fermi: indietro.
Alcuni ne perdo, altri ne trovo… ed io sto bene

Ammiro chi corre intorno ad uno stabilimento o ad un ovale facendo infiniti giri noiosi, ma non posso non andare tra i campi, tra i campi della mia città in piena libertà, e correre…

… e correre in libertà!

Categorie:Foto, Personale Tag: , , , ,

“Fede” in YamamaY…

14 aprile 2008 Nessun commento

Finalmente… dopo mesi di insistenza nei confronti del mio collega, son riuscito a convincerlo a portarmi con sè a vedere una partita di sua cugina che gioca a pallavolo femminile in A1!

La squadra in questione è YamamaY di Busto Arsizio.

Viaggio tumultuoso con treno soppresso e “dirottamento” da parte nostra di un pullman con un autista alquanto bizzarro ma gentile e disponibile (gli avremo probabilmente fatto pena) nel farci scendere in prossimità di questo palazzetto apparentemente irraggiungibile (Palayamamay).

La partita è stata realmente avvincente nonostante i pronostici dessero totalmente favorita Despar Perugia, avversaria che la settimana prima ere reduce da una vittoria importante in campo internazionale (campioni d’Europa). Il risultato finale è stato di 3-2 per Perugia, ma che fatica!

Punto su punto… tutto giocato in pochi minuti al tie-break finale: 16-14 per i cattivi (io tifavo giustamente YamamaY).

Bisogna ammetterlo, in fondo è stato giusto perdere!
Mi spiego: è possibile togliere all’ultimo punto, quello decisivo, la numero 4? Eh no… si stava per vincere… tolta… perso! Noi avevamo “fede” in YamamaY, veramente tanta “Fede”!

Poco importa, è stata una bella partita, una bella serata ed un’ottima ragione per dare il colpo di grazia alla mia voce ed alla mia gola che erano, purtroppo per me, già al limite!

Il ritorno dei play-off, ha visto una sconfitta più netta… ahimé ora YamamaY è proprio fuori dai giochi… ma almeno io c’ero! Se non ci credete…

Grazie a me per aver obbligato/convinto il mio collega, e grazie a voi ragazze per la bella serata!

Il politometro

27 marzo 2008 4 commenti

Oh Gesù!

Perdonate l’imprecazione ma son rimasto stupito di fronte all’esito del test che ho effettuato, precisamente il test del politometro.

Un test che valuta l’orientamento politico di un soggetto attraverso 15 domande a risposte multiple.

È possibile effettuare il test semplicemente cliccando qui (sponsorizzato da Repubblica.it).

Ecco cosa mi è uscito fuori:

polimetro

Ovviamente occorre ricordare che il test si basa su domande (o meglio dichiarazioni) forti (a mio avviso) cui facilmente si risponde con eccessi (categorici sì o categorici no) e che pertanto non riesce ad assegnare una valutazione precisa… ma è comunque un giochino divertente.

Ecco perché potrei non votare

20 marzo 2008 2 commenti

Come direbbe Cesare Cesaroni… “che amarezza!

Come si può pensare di non votare alle elezioni per un partito politico, una preferenza di scheda che, in teoria, dovrebbe governare per la prossima legislatura e decidere le sorti del nostro Paese?

Il voto è un diritto e prima di tutto un dovere di ogni cittadino di questa nazione

Questo è quello che ho sempre pensato e che fino a poche settimane fa avrei strenuamente sostenuto con ferma convinzione di essere nel giusto del ragionamento.

Ma ora sono smarrito, completamente smarrito.

Non solo non mi identifico in un personaggio politico in lizza per il primo posto del podio, il che sarebbe già un fatto di successo, ma non vi è una persona sola tra i candidati o i partiti del quale non provi una certa qual forma di disgusto/repulsione.

Son sempre stato contrario agli estremi, quindi prendere in considerazione l’idea di assegnare una preferenza alle fazioni più esterne è fuori dalle mie possibilità. Eliminiamo dunque la destra estrema, il gruppo Storanchè (Storace-Santanchè), e il miscuglio multicolore chiamato Arcobaleno mi pare.

I motivi:

Storanchè… mancano di competenze e serietà e non voglio tirare in ballo descrizioni dei personaggi.

Bertinotti e il suo partito sono anacronistici per me, fermi agli anni ’60 e con soluzioni economiche che incentivano all’aumento salariale alla soglia minima dei 1.100€ mensili. Mossa alquanto idiota perché si tradurrebbe empiricamente in riduzione del personale da parte delle aziende per dover sottostare ad un tetto minimo o, nel caso questo aumento fosse sostenuto dallo Stato, produrrebbe un aumento della spesa pubblica da far lievitare l’inflazione e quindi far registrare un aumento salariale solo nominale e non reale (perdita del potere di acquisto).

I verdi, il freno dello sviluppo economico di un paese. Dove ci sono loro non è possibile costruire nulla anche quando il bene collettivo superi la loro mania di salvare cuccioli, piante e sassi. “Sostenere buoni ideali è giusto, aggrapparsi a stupidi ideali è sciocco

Il “grande” centro di Casini raccoglie i cocci qua e là e non presenta un programma concreto se non sul punto vista energetico a favore del nucleare. Tuttavia fondare una campagna elettorale su un punto a lungo respiro (10 anni almeno) è quanto meno utopico. Giusta l’idea, sbagliati i tempi, gli strumenti e l’incapacità di coinvolgere altre forze politiche sul grande problema energetico di questo periodo.

PD, il Partito Democratico, partito con uno slancio formidabile… solo contro tutto, una vera tendenza significativa, smarrita molto presto includendo il buon vecchio Di Pietro e i Radicali. Di nuovo un’accozzaglia? Non ha senso… un partito di “denistra” (destra-sinistra) che non capisco bene ancora se voglia posizionarsi a sinistra o destra. Bene forse questo, così non si vive più di retaggi storici legati al concetto storico di Destra e Sinistra in Italia.

Perchè non correre da soli mantenendo il proprio programma senza dover scendere a nessun compromesso con altri partiti? Sarebbe stata la scielta giusta…

PDL, Popolo Delle Libertà. Candidare premier un uomo già candidato per la quinta volta? Un uomo che è uscito sconfitto dalle ultime elezioni? Ma che senso ha? Dov’è lo spirito di innovazione che avrebbero dovuto cavalcare i nuovi rampolli della politica?
Non ho voluto ribadire i vari discorsi anti-berlusconiani che hanno legato tante persone da far trinofare (di pochi voti) una coalizione (Ulivo) che volente o nolente ha dato vita (o continuità dipende dai punti di vista) ad un fenomeno di costante ed inesorabile sfiducia dell’elettorato nei confronti del mondo politico.

Cosa dovrei votare? Come posso votare questa gente?
Indipendentemente da quale sarà la mia scelta, non avremo un potere forte a governare, ma di nuovo una mediazione di favori tra fazioni e faziosi.
Indipendentemente da quale sarà la mia scelta, so che rimarrò deluso.

Il non votare è sbagliato, ma il votare ognuna di queste alternative mi sembra ancora più sbagliato.

Mi sento proprio smarrito.

…che amarezza!

U.S.A. Arrivo!

20 febbraio 2008 2 commenti

Tra poche ore prenderò un aereo direzione Stati Uniti, precisamente Boston!

Una breve vacanza di dieci giorni in cui visiterò in primis Boston e successivamente New York (dal 26 di Febbraio). Io e mia cugina Laura abbiamo organizzato tutto (o meglio ho organizzato quasi tutto io), visite, tempi, e cibi di cui nutrirsi… tipo agenzia da viaggio insomma!

Il 26 come detto arrivo a New York, giusto in tempo per l’evento organizzato da Apple, nel quale si pensa usciranno nuovi prodotti (io ho il sentore usciranno nuovi Macbook Pro con trackpad con funzionalità simili all’iPhone) e potrò gustarli in totale anteprima all’Apple Store dellla 5th Avenue! smileys

In realtà non ho molto da dire in questo articolo, era tendenzialmente un avvertimento, a voi che mi navigate, per spigarvi il motivo delle non-risposte alle vostre domande ed e-mail che quasi quotidianamente mi inviate…

Un abbraccio a tutti e a presto

U.S.A. arrivo!