Archivio

Posts Tagged ‘iphone’

iPhone: “jailbreak or not to jailbreak?”

19 gennaio 2010 2 commenti

Ecco il dubbio che attanaglia molti utenti alle prese con il famigerato iPhone, effettuare lo sblocco (jailbreak) o meno?
Quali sono effettivamente i vantaggi e gli svantaggi derivanti da questa scelta?

Non voglio qui dilungarmi nello spiegare in cosa consti l’operazione di jailbreak, ma intendo soltanto elencare sinteticamente, dal mio punto di vista, i vantaggi e gli svantaggi di tale scelta.

Vantaggi

  • Aggiungere Cydia (store alternativo all’AppStore)
  • Accesso via SSH al dispositivo (utilizzare l’iPhone come un hard disk dentro il quale caricare files via ssh appunto)
  • SBSettings (tramite Cydia) che imposta menù rapidi per le funzioni più frequenti (attivazione/disattivazione servizi come wifi, bluetooth, 3G, etc… )
  • Possibilità di sincronizzare applicazioni (IPA) scaricate da internet tramite iTunes (l’operazione è legale, quindi rimane ad ognuno la scelta di operare più o meno legalmente con il proprio dispositivo)
  • Eliminare il blocco del bluetooth per il trasferimento dati tramite l’imminente rilascio di iBlueNove (ex iBluetooth) di MeDevil
  • Inserire un firewall (blacklist) per la gestione di chiamate/sms/mms in entrata
  • Aggiungere features utili alle applicazioni native come SMS Helper (visualizza un contatore dei caratteri inseriti in fase di scrittura di un SMS)
  • Modificare l’APN del proprio provider di telefonia per non incappare in indesiderati addebiti sulla propria ricaricabile


Svantaggi

  • Per i 3Gs con nuovo iBoot, impossibilità di riavviare l’iPhone senza dover procedere nuovamente ad un jailbreak tramite Blackra1n
  • Riduzione della prestazione della batteria (non elevata se si utilizzano oculatamente i servizi aggiuntivi come SSH etc… )
  • Non mi viene in mente tanto altro…


Voi aggiungereste qualcos’altro all’elenco?

Ritorno al blog

8 settembre 2009 Nessun commento

Torno a scrivere dopo circa un mese di assenza dall’ultimo articolo scritto in questo sito… tante novità personali e non!

Preciso che l’assenza non è stata causata da vacanze di agosto (purtroppo totalmente assenti quest’anno) dal momento che (e qui consta la principale novità personale) ho cambiato finalmente lavoro riuscendo ad approdare nel mondo bancario (Banca Popolare di Novara).

Ma durante quest’assenza ci son state anche tante novità nel mondo informatico, a partire dal lancio di Snow Leopard del quale mi trovo pienamente soddisfatto: pochi fronzoli nuovi e tanta stabilità e rapidità in più! Il nuovo felino dimostra di essere decisamente più maturo rispetto a Leopard in fase di debutto (e purtroppo anche in versioni posteriori). La diatriba del 32bit vs 64bit, l’avvento di QuicktimeX, la scomparsa di Rosetta e tanto altro in un felino che ruggisce davvero!

Inoltre novità anche in WordPress che ormai è giunto alla versione 2.8.4 con cambiamenti “sotto il cofano“, Microsoft Office per Mac al Service Pack 2 (12.2.1)

Ed ora si aspetta l’imminente uscita del firmware 3.1 per l’iPhone (con grande speranza che la gestione della batteria sia più efficiente) e relativa battaglia tra Apple e DevTeam con Jailbreak, Ultrasn0w e PwnageTool!

Speriamo in tante altre belle novità personali e non anche per l’ultimo trimestre dell’anno!

Modalità “Push” su iPhone con gMail

22 aprile 2009 5 commenti

Questa volta l’hack per iPhone che vi propongo permette di emulare la modalità Push su account che non supportano questa opzione.

Mi spiego meglio. Apple permette sul nostro amato iPhone di poter utilizzare la modalità Push oppure la modalità Fetch (il semplice download ogni n minuti).

Fetch andrebbe benissimo se non fosse che le opzioni selezionabili sono:

  • Ogni 15 minuti
  • Ogni 30 minuti
  • Ogni ora
  • Manualmente

La ragione di tale scelta deriva, a detta di Apple, dalla decisione di non consumare troppa batteria. Tuttavia è altresì vero che 15 minuti sono un tempo a volte troppo ampio per affermare di avere notifiche in “tempo reale“. Perché non impostare dunque altre scelte più brevi nel tempo (es. ogni 1, 2, 5 minuti)?

Prima di iniziare ricordo che per effettuare questa operazione occorre avere:

  • iPhone 2G o 3G jailbreakato
  • firmware 2.2.1 installato (magari la procedura è uguale/simile con versioni precedenti)
  • sFTP client (es. Cyberduck o Transmit)
  • Editor file .plist (es. TextWrangler)

La seconda premessa è che in questo articolo non spiego, né ho intenzione di farlo, come effettuare il jailbreak di un iPhone o come utilizzare un client sFTP e quindi relativi parametri di inserimento. Ci sono centinaia di ottime guide che indicano come effettuare queste procedure sia su Mac che su Windows che altri OS.

I passi da effettuare sono:

  1. Entrare via sFTP nell’iPhone
  2. Navigare con il client sFTP alla cartella /System/Library/PreferenceBundles/ScheduleSettings.bundle/
  3. Modificare il file ScheduleSettings.plist con TextWrangler (è sempre bene effettuare una copia di backup dell’originale)
  4. Aprire la cartella del .lproj relativo alla propria lingua e modificare il file: ScheduleSettings.strings
  5. Salvare il tutto e godere delle nuove voci

Vi allego le immagini delle modifiche da apportare:

Per i più pigri ecco i file già modificati per la lingua italiana ed inglese:

Per firmware 3.0:

Per firmware 2.2.1:

Buon hack a tutti!

Categorie:HowTo, Mac, Software Tag: , , ,

L’iPhone cresce ancora… iBluetooth!

12 marzo 2009 2 commenti

All’inizio era bloccato… poi arrivarono Zibri e il DevTeam sul firmware 1.x
Con il 2.0 di nuovo tutto era bloccato… e il DevTeam agì anche sul firmware 2.x

Nel frattempo vennero sviluppate molte applicazioni per potenziare il gioiello Apple tenuto troppo a freno da Cupertino!

Vennero (ne cito solo alcuni):

  • BossPrefs con SSH e disattivazione dell’EDGE e molto altro
  • iRealSMS per gestire singolarmente gli SMS
  • Cycorder per registrare video
  • iBlacklist per filtrare le chiamate e gli SMS in entrata
  • Modem per tethering
  • SwirlyMMS per ricevere ed inviare MMS

ed infine… proprio da ieri l’iPhone è in grado anche di ricevere ed inviare file via Bluetooth grazie a MeDevil con iBluetooth!
Applicazione alla modica cifra di 3.99€ (ben motivato il costo dallo stesso autore) funzionante solo su iPhone con firmware 2.1 o superiore e jailbreakati.

Non mi rimane che lasciarvi alle immagini che parlano più di tante parole:

Categorie:iPhone, Software Tag: , , ,

Cambiare numero iPhone Voicemail

13 gennaio 2009 9 commenti

Ero decisamente stufo di questo tasto Voicemail: ogni qual volta lo premessi accidentalmente, mi vedevo scalare il credito.

Il tasto Voicemail non è altro che un link veloce per chiamare la segreteria telefonica del proprio numero di telefono. Tuttavia quando mi dimentico per qualsiasi ragione di bloccare la tastiera o di uscire dal menù delle chiamate, corro sempre il rischio di sfiorare lo schermo proprio in quel punto effettuando una (inutilissima nel mio caso) chiamata alla segreteria telefonica.

Armato di SSH e pazienza ho eseguito questo piccolo hack per modificare il numero che viene chiamato al tocco di quel fatidico tasto.

Premetto che utilizzo Vodafone e che per effettuare questa operazione occorre avere:

  • iPhone 2G o 3G jailbreakato
  • firmware 2.2 installato (magari la procedura è uguale/simile con versioni precedenti)
  • sFTP client (es. Cyberduck o Transmit)
  • Editor file .plist (es. TextWrangler)

La seconda premessa è che in questo articolo non spiego, né ho intenzione di farlo, come effettuare il jailbreak di un iPhone o come utilizzare un client sFTP e quindi relativi parametri di inserimento. Ci sono centinaia di ottime guide che indicano come effettuare queste procedure sia su Mac che su Windows che altri OS.

I passi da effettuare sono:

  1. Entrare via sFTP nell’iPhone
  2. Navigare con il client sFTP alla cartella /System/Library/Carrier Bundles/Vodafone_it.bundle
  3. Modificare il file carrier.plist con TextWrangler (è sempre bene effettuare una copia di backup dell’originale)
  4. Salvare il tutto e riavviare l’iPhone

Basta sostituire alle linee 28 e 67 il numero della segreteria telefonica 42020 con quello desiderato (nel mio caso ho inserito 404 che mi fa ricevere un SMS con il credito residuo)

Ed infine allego le immagini dell’operazione:

Buon hack a tutti!

Categorie:HowTo, iPhone, Software Tag: , , , ,