Archivio

Archivio per la categoria ‘iPhone’

iPhone: “jailbreak or not to jailbreak?”

19 gennaio 2010 2 commenti

Ecco il dubbio che attanaglia molti utenti alle prese con il famigerato iPhone, effettuare lo sblocco (jailbreak) o meno?
Quali sono effettivamente i vantaggi e gli svantaggi derivanti da questa scelta?

Non voglio qui dilungarmi nello spiegare in cosa consti l’operazione di jailbreak, ma intendo soltanto elencare sinteticamente, dal mio punto di vista, i vantaggi e gli svantaggi di tale scelta.

Vantaggi

  • Aggiungere Cydia (store alternativo all’AppStore)
  • Accesso via SSH al dispositivo (utilizzare l’iPhone come un hard disk dentro il quale caricare files via ssh appunto)
  • SBSettings (tramite Cydia) che imposta menù rapidi per le funzioni più frequenti (attivazione/disattivazione servizi come wifi, bluetooth, 3G, etc… )
  • Possibilità di sincronizzare applicazioni (IPA) scaricate da internet tramite iTunes (l’operazione è legale, quindi rimane ad ognuno la scelta di operare più o meno legalmente con il proprio dispositivo)
  • Eliminare il blocco del bluetooth per il trasferimento dati tramite l’imminente rilascio di iBlueNove (ex iBluetooth) di MeDevil
  • Inserire un firewall (blacklist) per la gestione di chiamate/sms/mms in entrata
  • Aggiungere features utili alle applicazioni native come SMS Helper (visualizza un contatore dei caratteri inseriti in fase di scrittura di un SMS)
  • Modificare l’APN del proprio provider di telefonia per non incappare in indesiderati addebiti sulla propria ricaricabile


Svantaggi

  • Per i 3Gs con nuovo iBoot, impossibilità di riavviare l’iPhone senza dover procedere nuovamente ad un jailbreak tramite Blackra1n
  • Riduzione della prestazione della batteria (non elevata se si utilizzano oculatamente i servizi aggiuntivi come SSH etc… )
  • Non mi viene in mente tanto altro…


Voi aggiungereste qualcos’altro all’elenco?

Google OTA (Over The Air): Mail, Contacts and Calendar! Hybrid solution…

2 luglio 2009 4 commenti

Dopo un po’ di tentativi son finalmente riuscito ad acquisire una soluzione soddisfacente che emuli il servizio Mobile Me di Apple.

Strumenti e servizi richiesti:

  • Mac OSX 10.5.3 o superiore
  • iPhone 2G, 3G o 3GS con firmware 2.2 o superiore
  • Account Gmail
  • Account Nuevasync
  • Lingon
  • Account Yahoo! (per il push Mail)
  • Calaboration



Email
Dalla webmail di Gmail impostare l’opzione di inoltro di una copia ad un account Yahoo! (preventivamente creato) per usufruire delle notifiche push-mail di Yahoo! sull’iPhone!

gmail_forwarding_email

Sull’iPhone impostare dunque il proprio account Yahoo! e quello Gmail per vedersi notificare la posta in tempo reale.

Calendario e Contatti
Registrarsi su nuevasync e seguire le istruzioni corrette per configurare l’iPhone.

ota1 ota2


A questo punto non resta che dire ad Addressbook ed iCal di sincronizzarsi con i relativi servizi di Google: Gmail Contacts e Google Calendar.

Per iCal possiamo affidarci alla semplicità d’uso di Calaboration messo a disposizione da Google stessa.

calaboration

Per Addressbook invece dobbiamo affidarci ad un piccolo stratagemma. Abilitare AddressBook (Rubrica) di Mac a sincronizzarsi con la rubrica di Gmail dalle relative preferenze:

addressbookmac

Installare Lingon ed avviarlo ed inserire un nuovo agente (cliccando sul tasto +) chiamato ad esempio com.google.synccontact che dovrà eseguire il seguente comando:

/System/Library/PrivateFrameworks/GoogleContactSync.framework/Versions/A/Resources/gconsync --sync com.google.ContactSync

ogni 5 minuti (oppure è possibile indicare a proprio piacimento l’intervallo di tempo per la sincronizzazione tra Addressbook e Google Contacts).

lingon

Inoltre come si può notare dall’immagine ho aggiunto l’opzione “Run if this file is modified” inserendo come percorso:

~/Library/Application Support/AddressBook/AddressBook-v22.abcddb (controllare il nome del file sul proprio computer)

Ora Mac, iPhone e Google sono perfettamente allineati e sincronizzati in automatico in perfetto stile OTA (Over The Air)! :-)

Categorie:iPhone, Mac, Software, Varie Tag:

Google Calendar OTA: sincronizzare anche i colori!

25 giugno 2009 Nessun commento

Dopo aver configurato Google Sync sull’iPhone ho provveduto a sincronizzare Google Calendar già sincronizzato sul mio Macbook Pro tramite CalDev. In questo modo posso finalmente avere sincronizzato Over The Air (OTA) i miei calendari tra iPhone, Mac e Google.

Tuttavia dopo aver configurato il tutto correttamente ho notato un fastidioso problema: l’iPhone non recepisce gli stessi colori dei diversi calendari in Google Calendar.

Armato di pazienza, un buon motore di ricerca e tempo mi son imbattuto in un articolo interessante di Chris Carey.

Requisiti:

  • iPhone con 2.x o superiore (testato anche su 3.0)
  • Jailbreak effettuato sul dispositivo
  • OpenSSH e Sqlite3 sul dispositivo
  • un po’ di dimestichezza col terminale

1) Prima cosa da fare una volta entrati via SSH nell’iPhone, è installare appunto Sqlite3 se non fosse ancora presente:

apt-get install sqlite3

2) Proseguiamo con:

$ cd /var/mobile/Library/Calendar
$ sqlite3 Calendar.sqlitedb

3) e quindi…

sqlite> select title, color_r, color_g, color_b from Calendar; -- List calendars and current colors

4) Dovrebbe ritornare un messaggio di questo tipo (con i nomi diversi dei calendari):

Default|-1|-1|-1
Personal|181|0|13
Work|229|98|0
Birthdays-Alarms|15|77|140
Birthdays|229|23|23

5) A questo punto ci basta, attraverso Sqlite3 dirgli di cambiare colore ai calendari che vogliamo:

sqlite> update Calendar set color_r=15, color_g=77, color_b=140 where title = 'Personal'; -- Blue
sqlite> update Calendar set color_r=47, color_g=141, color_b=0 where title = 'Work'; -- Green
sqlite> update Calendar set color_r=181, color_g=0, color_b=13 where title = 'Birthdays-Alarms'; -- Red
sqlite> update Calendar set color_r=181, color_g=0, color_b=13 where title = 'Birthdays'; -- Red

6) Usciamo infine da sqlite3 digitando…

sqlite> .quit
$ exit

Ecco fatto! Ora ho rimesso i miei colori come potete vedere:

iPhone-Calendar

Infine lascio qui i valori RGB dei colori standard dell’iPhone:

Red = (181,0,13) = Rosso
Orange = (229,98,0) = Arancione
Green = (47,141,0) = Verde
Blue = (15,77,140) = Blu
Purple = (103,10,108) = Viola

Buon hack a tutti!

P.s: ricordatevi sempre di effettuare un backup prima toccare i file in SSH.
P.p.s: viene dato per scontata le conoscenze delle metologie per effettuare il Jailbreak e nell’utilizzo dei comandi basilari unix.

Categorie:iPhone, Varie Tag:

L’iPhone cresce ancora… iBluetooth!

12 marzo 2009 2 commenti

All’inizio era bloccato… poi arrivarono Zibri e il DevTeam sul firmware 1.x
Con il 2.0 di nuovo tutto era bloccato… e il DevTeam agì anche sul firmware 2.x

Nel frattempo vennero sviluppate molte applicazioni per potenziare il gioiello Apple tenuto troppo a freno da Cupertino!

Vennero (ne cito solo alcuni):

  • BossPrefs con SSH e disattivazione dell’EDGE e molto altro
  • iRealSMS per gestire singolarmente gli SMS
  • Cycorder per registrare video
  • iBlacklist per filtrare le chiamate e gli SMS in entrata
  • Modem per tethering
  • SwirlyMMS per ricevere ed inviare MMS

ed infine… proprio da ieri l’iPhone è in grado anche di ricevere ed inviare file via Bluetooth grazie a MeDevil con iBluetooth!
Applicazione alla modica cifra di 3.99€ (ben motivato il costo dallo stesso autore) funzionante solo su iPhone con firmware 2.1 o superiore e jailbreakati.

Non mi rimane che lasciarvi alle immagini che parlano più di tante parole:

Categorie:iPhone, Software Tag: , , ,

Cambiare numero iPhone Voicemail

13 gennaio 2009 9 commenti

Ero decisamente stufo di questo tasto Voicemail: ogni qual volta lo premessi accidentalmente, mi vedevo scalare il credito.

Il tasto Voicemail non è altro che un link veloce per chiamare la segreteria telefonica del proprio numero di telefono. Tuttavia quando mi dimentico per qualsiasi ragione di bloccare la tastiera o di uscire dal menù delle chiamate, corro sempre il rischio di sfiorare lo schermo proprio in quel punto effettuando una (inutilissima nel mio caso) chiamata alla segreteria telefonica.

Armato di SSH e pazienza ho eseguito questo piccolo hack per modificare il numero che viene chiamato al tocco di quel fatidico tasto.

Premetto che utilizzo Vodafone e che per effettuare questa operazione occorre avere:

  • iPhone 2G o 3G jailbreakato
  • firmware 2.2 installato (magari la procedura è uguale/simile con versioni precedenti)
  • sFTP client (es. Cyberduck o Transmit)
  • Editor file .plist (es. TextWrangler)

La seconda premessa è che in questo articolo non spiego, né ho intenzione di farlo, come effettuare il jailbreak di un iPhone o come utilizzare un client sFTP e quindi relativi parametri di inserimento. Ci sono centinaia di ottime guide che indicano come effettuare queste procedure sia su Mac che su Windows che altri OS.

I passi da effettuare sono:

  1. Entrare via sFTP nell’iPhone
  2. Navigare con il client sFTP alla cartella /System/Library/Carrier Bundles/Vodafone_it.bundle
  3. Modificare il file carrier.plist con TextWrangler (è sempre bene effettuare una copia di backup dell’originale)
  4. Salvare il tutto e riavviare l’iPhone

Basta sostituire alle linee 28 e 67 il numero della segreteria telefonica 42020 con quello desiderato (nel mio caso ho inserito 404 che mi fa ricevere un SMS con il credito residuo)

Ed infine allego le immagini dell’operazione:

Buon hack a tutti!

Categorie:HowTo, iPhone, Software Tag: , , , ,